Recupero dati Virus Ransomware - CryptoLocker

Sono in costante aumento i casi di privati, professionisti e aziende che ci contattano per eseguire il recupero dati da dispositivi infettati da virus di criptazione. Stiamo parlando ovviamente di “ransomware”, cioè virus che criptano i file dei malcapitati e chiedono un riscatto in cambio della chiave necessaria per leggerli.

Negli ultimi anni questo tipo di malware si è moltiplicato in maniera esponenziale, non solo nelle versioni, ma anche nelle diverse release delle singole versioni. Tra le infezioni più pericolose che si sono diffuse fino ad oggi troviamo sicuramente: CryptoLocker, CryptoLocker.f, TeslaCrypt e Cryptowall.

Come si viene infettati dai virus ransomware:

Una tecnica molto comune usata per la diffusione di questi malware sfrutta il fatto che i recenti sistemi Windows non mostrano automaticamente l’estensione dei file in allegato. È quindi possibile per gli hacker indurre i malcapitati ad avviare file eseguibili (.exe) che a prima vista sembrano normalissimi pdf.

Ad esempio: se il nome completo di un file è “documento.pdf.exe”, alcuni sistemi Windows visualizzeranno solamente “documento.pdf”. A questo aggiungiamo un’icona diversa identica in tutto per tutto a quella dei file pdf e… cadere in trappola diventa questione di pochi click.

Cosa fare se si è stati infettati:

I sintomi di questi attacchi malware sono svariati, ce n’è almeno uno diverso per ogni versione del virus. I principali campanelli di allarme, ad ogni modo, rimangono due:

  • la presenza di documenti che visualizzano caratteri non corretti
  • la comparsa di file con estensioni “strane”, come ad esempio: .micro, .enc e .dat

Nel momento in cui si notano anomalie di questo tipo è necessario spegnere immediatamente (anche in modo forzato) il dispositivo. Se l’utente si accorge in tempo del problema ed agisce tempestivamente è possibile limitare i danni ed evitare che il virus si propaghi ad altri computer della rete locale o dispositivi di archiviazione connessi.

Sfortunatamente, agire in modo tempestivo non sempre è sufficiente a salvare i propri dati.

Ma non tutto è perduto: possiamo aiutarvi noi!

Sono numerosi casi dove le nostre conoscenze hanno permesso di ripristinare i dati.

Chiamaci al numero verde: 800 580 285

Oppure contattaci tramite e-mail: info@infolabdata.it

 

 

Cosa fare per proteggersi?

Non ci stuferemo mai di ripeterlo ai nostri clienti:

Il modo migliore per evitare perdite di dati di qualsiasi tipo è eseguire un backup in remoto!

InfoLAB Data dalla sua nascita è riuscita a salvare i dati di migliaia di privati, professionisti e aziende e, per questo motivo, sa benissimo quanto valgono le informazioni e come proteggerle al meglio.

Abbiamo sviluppato soluzioni di backup per i nostri clienti che presentano innumerevoli vantaggi:

  • Sono personalizzate sulla base delle reali esigenze dei nostri clienti.
  • Presentano costi irrisori, se paragonati non tanto al costo di un recupero dati, quanto al valore delle informazioni perdute e al danno economico che ne consegue.
  • Sono sicure, dal momento che i dati vengono criptati utilizzando le stesse chiavi impenetrabili utilizzate dalle banche e dalle assicurazioni.
  • Permettono un ripristino lampo: i dati sono salvati all’interno del nostro data center e possono essere inviati all’utente su un supporto fisico per un ripristino off-line. I dati, in ogni caso, viaggiano in assoluta sicurezza, dal momento che sono accessibili solo a chi è in possesso della chiave necessaria alla lettura.

Contattaci per parlarci delle tue esigenze di backup, siamo sicuri che i nostri tecnici riusciranno a trovare una soluzione imbattibile, sia in termini di sicurezza che di prezzo!

Numero verde: 800 580 285

E-mail: info@infolabdata.it